La Fiermontina urban resort- boutique hotel

 

Lecce, Palazzo Bozzi Corso

 

La Fiermontina urban resort- boutique hotel apre le porte per presentare i suoi luoghi ed i suoi nuovi progetti : cominciando da Palazzo Bozzi Corso. Storica dimora del XVIII sec., nella centralissima via Umberto I, all’ombra della splendida basilica di Santa Croce, oggi restituito al suo massimo splendore con 10 luxury suites, dove arte, confort e design discorrono tra di loro armoniosamente com’è nello stile di casa Fiermonte. A pochi passi da palazzo, tra i vicoli piu pittoreschi del centro storico, l’apertura al pubblico di uno spazio museale il ‘’M.A.M.A. FIERMONTE’’ : Museo Arte Moderna Antonia Fiermonte – museo diffuso Ospitera’ parte della collezione di arte moderna della capostipite Antonia.

I 3 luoghi della Fiermontina: ‘La Fiermontina’ urban resort; Palazzo Bozzi Corso by la Fiermontina ed il M.A.M.A. Fiermonte, sono infatti legati alla storia familiare e artistica dei suoi protagonisti. Una storia appassionante e fantastica che ha inizio nei primi del novecento e si dipana tra l’ Europa e l’America. Dalla musa Antonia al grande boxer ed attore Enzo Fiermonte per arrivare ai giorni nostri con i nipoti Giacomo- Fouad Filali e Antonia Yasmina Filali, che riscoprono le proprie radici, ricostruiscono il proprio passato ed intraprendono una nuova avventura nella terra dei loro avi per continuarne l’incredibile storia.

Con l’apertura dell’ultimo nato Palazzo Bozzi Corso i proprietari hanno voluto celebrare la pietra leccese materiale ormai conosciuto nel mondo attraverso il suo Barocco invitando lo scultore di fama internazionale Renzo Buttazzo di cui si è potuto vedere un anteprima nell’evento Cortili Aperti del 27 maggio scorso Dedicando gran parte della sua vita alla scoperta di questo materiale si è distinto per le sue capacità di interpretare e reinventare la pietra con un percorso artistico trentennale fatto di ricerca e innovazione, è stato colui che ne ha esplorato la materia dandole un significato artistico e culturale innovativo e che lo ha fatto conoscere in tutto il mondo attraverso le sue opere. Verranno dislocate all’ interno delle lussuose suite e nello splendido giardino alcune opere dell’artista che ha voluto raccontare attraverso le sculture una sintesi del suo lavoro ormai conosciuto nel campo del design attraverso delle forme organiche a lui care e che rappresentano l’ evoluzione della sua ricerca organicità, line sinuose e ombre raccontano il presente e il passato in una sorta di viaggio atemporale del suo percorso artistico . Allestendo in una dimora storica adornata da affreschi e simbologie tipiche di quell’epoca ma resa contemporanea con un attenta attenzione al design ha voluto raccontare la capacità di far convivere l’arte messaggera del presente con il passato senza invadere o sopraffare la magnificenza e l’operosità di quel tempo in una simbiosi carica di significati e simbologie.

photo Alessandro Colazzo / sacodesign.it